Costellazione Familiare

L'orientamento ambientalista che caratterizza tutta la Psicologia Individuale fa sì che per la psicodiagnosi adleriana assuma un'importanza basilare la raccolta dei dati sulla "costellazione familiare" attraverso uno studio accurato della piccola e primaria cerchia sociale con cui l'individuo, dalla nascita in poi, si è relazionato: la famiglia d'origine.

Nell'interpretare i dati forniti dal paziente, è però indispensabile tener presente che egli espone la sua realtà, filtrata dalla valutazione soggettiva delle proprie esperienze, ma anche deformata dalle emozioni scaturaite proprio dal setting.

In base a tali considerazioni, l'operatore dovrà trattare il materiale raccolto, valutando la precedenza assegnata a una piuttosto che a un'altra delle figure del nucleo familiare, le eventuali variazioni del registro linguistico usato nel descriverle, le incertezze, le contraddizioni e le ambivalenze contenute nell'esposizione, ricusando ogni interpretazione semplificata dalla codificazione in regole prefissate. AFFIDANDOSI UNICAMENTE ALLA PROPRIA INTUIZIONE, egli dovrà formulare delle ipotesi, senza mai innamorarsi di alcuna di esser in particolare, e le accoglierà soltanto dopo averne ottenuta conferma da altri elementi, rendendosi sempre disponibile a sconfessarle o a modificarle,  se necessario, anche nel corso di un futuro trattamento.

Per ottenere ulteriori informazioni utili alla ricostruzione dello stile di vita di un soggetto, è inoltre indispensabile procedere all'esplorazione dei "primi ricordi d'infanzia", tecnica che, se usata correttamente, assume tutte le caratteristiche di un vero e proprio test proiettivo.

Adler definisce i primi ricordi infantili i "prototipi dello stile di vita", in quanto essi manifestano, oltre alle finalità primarie dell'individuo, anche le sue finalità attuali e le future. La Psicologia Individuale si differenzia dalla Psicoanalisi anche in questo ambito: se la Psicoanalisi valuta i ricordi d'infanzia unicamente come ricordi di copertura, ossia capaci di fare da schermo ai contenuti inconsci repressi di natura sessuale, la Psicologia Individuale, viceversa, attribuisce ai ricordi coscienti infantili la proprietà di svelare i tratti essenziali della personalità dell'individuo. Tale impostazione chiama direttamente in causa la memoria.

Per approfondimenti:

http://www.istitutoadler.re.it/blog/scuola/approfondimenti-scuola/la-memoria

Prof. Pier Luigi Pagani, Presiente Onorario Società Italiana di Psicologia Individuale nella prefazione a "Manuale per l'analisi dello stile di vita" di B.H. Shulman e H.H.Mosak

Follow us

Lorem ipsum dolor sit amet, consetetur sadipscing elitr, sed diam nonumy eirmod.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy