PORTE APERTE PER CONOSCERCI: Supervisione di un caso clinico in aula

  • Sabato, 28 Ottobre 2017 dalle 09:15 alle 13:00
Mazzoli Giansecondo

Laureati  e laureandi in Psicologia o in Medicina e Chirurgia potranno partecipare alla Supervisione di gruppo di un caso clinico: si partirà dall’esperienza di un allievo della Scuola che ha in psicoterapia un paziente presso la sede del tirocinio. Il caso sarà discusso a partire dalla psico-diangosi e dal progetto terapeutico conseguentemente stilato. Sarà esaminata la relazione terapeuta – paziente e le tecniche utilizzate per condurre la terapia. Gli eventuali errori nella conduzione saranno utilizzati per meglio comprendere la natura del processo terapeutico. L’incontro sarà condotto da Giansecondo Mazzoli Direttore della sede di Reggio Emilia della Scuola Adleriana di PsicoterapiaSi può decidere il giorno stesso se fermarsi anche per la sessione del pomeriggio.

La partecipazione all'Open Day è gratuita

Viene richiesta la prenotazione tramite il modulo sotto riportato o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La supervisione partirà dall’esperienza di un allievo della Scuola che ha in psicoterapia un paziente presso la sede del tirocinio.

Nell’imparare a fare lo psicoterapeuta, vi sono aspetti che vanno oltre l’apprendimento razionale e che nella professione hanno un’importanza decisamente rilevante.

Formarsi per diventare uno psicoterapeuta significa affrontare alcune particolarità che non si trovano in molte altre professioni. Per capirne meglio la specificità può essere utile dare qualche breve accenno alle dimensioni di base che permettono il lavoro con un paziente.

Ci sono due dimensioni che strutturano l’agire dello psicoterapeuta, la capacità di stabilire la relazione e le conoscenze dei dinamismi psichici. Queste devono trovare il giusto equilibrio perché nelle situazioni reali i pazienti si sentano a proprio agio, accompagnati a conoscersi meglio e guidati verso stati di maggior benessere. Questo avviene quando le loro energie interiori, spesso inconsapevolmente bloccate in modi improduttivi di affrontare la vita, riprendono a circolare e spingono verso cambiamenti migliorativi. E’ quindi necessaria un’azione sinergica tra l’accoglienza e la comprensione per portare il paziente a sentire il coraggio di sperimentarsi nella vita reale in percorsi nuovi, finora inconsapevolmente temuti. La capacità dello psicoterapeuta di dar vita a questa sinergia, di trovare i giusti equilibri che, ben si comprende, variano da paziente a paziente, non si impara sui libri, ma attraverso continue, attente riflessioni sulle esperienze concrete che si fanno durante il percorso formativo.

Alla fine della mattinata si potrà decidere se fermarsi anche per la sessione del pomeriggio.

Sede dell'evento:

Follow us

Lorem ipsum dolor sit amet, consetetur sadipscing elitr, sed diam nonumy eirmod.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy