Info utili

    Brochure sintetica

    Il programma dei seminari

    Il sotto indicato Programma dei Seminari, suddiviso nei quattro Anni Accademici, contiene l’elenco degli insegnamenti base approvati dal Ministero che costituiscono la struttura teorica e  metodologica del percorso formativo.

    Programma dei seminari
    Primo anno Secondo anno Terzo anno Quarto anno

    Area Teorica

    • La Comunicazione in Psicoterapia
    • Il colloquio clinico
    • Psicologia Individuale I
    • Storia della Psicologia Individuale
    • Teorie della Personalità
    • Psicologia Generale
    • Fondamenti di Psicanalisi
    • Fondamenti di Psicologia Analitica

    Area Teorica

    • Psicologia Individuale II
    • Fondamenti di Logica
    • Interventi Preventivi in Età Evolutiva
    • L'immaginario nell'Età Evolutiva
    • Diagnosi neuropsicologica
    • Nozioni di Neuro-psico-farmacologia
    • Psicopatologia Clinica
    • Clinica psicodinamica
    • Deontologia professionale
    • Lettura di testi adleriani

    Area Teorica

    • Psicologia Individuale III
    • Psicologia Individuale ed Età Evolutiva
    • Fondamenti di Epistemologia
    • Archetipo, Simbolo, Interpretazione Simbolica
    • Interventi Psicodinamici in Psichiatria
    • Psicosessuologia Clinica
    • Psicoterapia breve adleriana
    • Psicologia forense e psicoterapia

    Area Teorica

    • Psicologia Individuale IV
    • Etica della Psicoterapia
    • Psicoterapia e Religiosità
    • Psicoterapia dell'anziano
    • Psicoterapia Cognitiva
    • Psicoterapia Sistemica

    Area Tecnica

    • Psicodiagnostica
    • Esame Obiettivo e Anamnesi I
    • Rorschach I
    • T.A.T. (Thematic Apperception Test)
    • C.A.T. (Children Apperception Test)
    • Psicomotricità
    • Scale di Intelligenza
    • Test Carta e Matita

    Area Tecnica

    • Psicodiagnostica Infantile
    • Il Colloquio Clinico
    • Esame Obiettivo e Anamnesi II
    • Clinica Psicodinamica
    • Rorschach II

    Area Tecnica

    • Fondamenti di Psicoterapia
    • Principi di Psicoterapia Analitica
    • Psicoterapia dell'Età Evolutiva
    • Psicoterapia dei disturbi di personalità
    • Psicoterapia di Gruppo I

    Area Tecnica

    • Trattamento del Paziente Borderline
    • Clinica Psicosomatica
    • Psicoterapia delle Psicosi
    • La Psicoterapia Breve
    • Psicoterapia di Gruppo II

    Seminari residenziali

    All’elenco dei Seminari va sommata l’esperienza di un Seminario Residenziale, della durata di tre giorni attivato ogni anno dopo la pausa estiva. Ogni Seminario Residenziale tratta un tema specifico sviluppato alla luce di un caso clinico. L’esperienza di più giorni di lavoro consente di esaminare tutte le dimensioni dell’attività psicoterapeutica: il caso clinico è esaminato alla luce della teoria adleriana, delle tecniche utilizzate nella specifica psicoterapia, della psicopatologia del paziente e delle risonanze emozionali attivate nella relazione terapeutica.  Trattandosi di un’esperienza clinica articolata, sono anche previsti più momenti di natura esperienziale. Di tutti i Seminari Residenziali, esiste una documentazione video; di seguito i temi trattati nelle ultime edizioni:

    La frequenza alle attività formative

    Le attività formative seguono il calendario solare, iniziano a Gennaio e terminano a Dicembre.

    La frequenza alle attività della Scuola è strutturata su 12 Seminari che affrontano le dimensioni della teoria, della teoria della tecnica e la supervisione dei casi clinici. Ciascun Seminario dura12 ore ed è composto da tre moduli di quattro ore, proposti nello spazio di un fine settimana (venerdì pomeriggio e intera giornata di sabato). I seminari si svolgono ogni tre settimane ad eccezione della pausa estiva del mese di Agosto. Un Seminario Residenziale, della durata di tre giorni, completa il monte ore previsto dal progetto formativo. L’evento coinvolge tutti gli allievi della Scuola e affronta ogni anno un diverso argomento, di particolare rilevanza teorica e metodologica per la pratica della psicoterapia.  Vi sono inclusi momenti esperienziali in relazione ai casi clinici esaminati. Nei fine settimana liberi dagli impegni del calendario formativo ufficiale sono previste attività di approfondimento sotto forma di laboratori con esercitazioni sui test proiettivi, giornate di studio su tecniche psicoterapeutiche complementari a quelle trasmesse nel modello fdella Scuola, Convegni di studio su temi inerenti la pratica psicoterapeutica. Queste attività sono volte ad arricchire l’offerta formativa e non sono obbligatorie.

    Le attività complementari previste nel 2018 sono:

    - Laboratori di esercitazioni su protocolli Rorschach e T.A.T

    - Seminari di  di approfondimento sul test proiettivo di Wartegg

    - Giornata di studio sul tema “Maschile e Femminile nella pratica clinica contemporanea

    - Seminario esperienziale sul tema “La socioanalisi di gruppo: fare esperienza della psicoterapia di gruppo”

    - Convegno di studi sul tema “La violenza oggi: rilevanze cliniche nella pratica psicoterapeutica”  

    - Giornata di sensibilizzazione sulla tecnica “Mindfullness”  

    L’organizzazione del calendario consente anche ad allievi che abitano in città distanti da Reggio Emilia di poter frequentare la Scuola; con una buona organizzazione possono essere sfruttati i vantaggi dei treni ad alta velocità che consentono ottimi collegamenti.   

    E’ previsto un monte ore di assenza pari al 20% del totale delle ore di lezione. Per consentire agli allievi impossibilitati a frequentare un Seminario di seguire i contenuti presentati dal Docente, la Scuola provvede a rendere disponibile la traccia audio del Seminario.

    E’ previsto, a fine anno, un esame di passaggio all'anno successivo che consiste in un colloquio volto ad accertare la correttezza dei contenuti acquisiti e la maturazione delle capacità di gestione della relazione terapeutica.

    L'organizzazione della Scuola

    La sede di Reggio Emilia della Scuola Adleriana di Psicoterapia è gestita da un Direttore che ha la responsabilità di organizzare le attività che danno concreta espressione al progetto formativo che segue le direttive e le linee scientifiche dettate dal Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca. Il Direttore di sede è il dottor Giansecondo Mazzoli, Analista Didatta della Società Italiana di Psicologia Individuale. Tutte le attività programmate sono coordinate con il Direttore Centrale Professor Lino Graziano Grandi che opera nella Sede di Torino. 

    Il Collegio dei Formatori collabora alla gestione del programma formativo. Il Collegio è costituito da Analisti della Società Italiana di Psicologia Individuale e da Psicoterapeuti. I Formatori sono impegnati in compiti formativi: seguono in supervisione individuale gli allievi, controllano la correttezza delle loro cartelle cliniche, mantengono rapporti con i tutor delle strutture, dove gli allievi svolgono il tirocinio e raccordano gli interventi dei diversi docenti che tengono i Seminari. 

    Il Collegio dei Formatori è composto da

    Per dare coerenza e continuità alla gestione delle attività formative il Collegio dei Formatori si riunisce settimanalmente sia per monitorare i percorsi degli allievi sia per supervisionare il lavoro clinico che ogni Formatore porta vanti con i propri pazienti. Questo lavoro di continuo confronto consente un’efficace gestione delle complessità della Scuola e un continuo aggiornamento della prassi operativa secondo la Psicologia Individuale. 

    I docenti della Scuola

    I docenti che collaborano con la Scuola nella conduzione dei Seminari sono Psicoterapeuti di riconosciuta esperienza che operano in campo privato o nei servizi pubblici. Sono altresì presenti nel corpo docente Professori universitari con valida esperienza nel campo della ricerca teorica e nella pratica psicoterapeutica.

    L’insegnamento proposto nei Seminari è sempre attento coniugare gli aspetti teorici con la pratica clinica. In questo modo il sapere trasmesso è sempre connesso alla pratica psicoterapeutica.

    Operano nella Scuola come Docenti:

     

    I Criteri di Ammissione alla Scuola

    L’ammissione alla Scuola è riservata ai laureati in Psicologia e Medicina che abbiano superato l’Esame di Stato per l’abilitazione alla professione e siano iscritti ai rispettivi Albi Professionali. Gli Psicologi e Medici che non hanno ancora sostenuto l’Esame di Stato possono iscriversi alla Scuola purché siano nella condizione di sostenerlo nella prima sessione dall'inizio delle attività didattiche del primo anno di corso. (nella sessione primaverile)

    L'ammissione alla Scuola è subordinata a un giudizio d’idoneità formulato sulla base di uno o più colloqui volti ad accertare le reali motivazioni alla frequenza della Scuola e le attitudini personali alla gestione del ruolo di psicoterapeuta.

    Esperienze lavorative in atto in ambito psicologico o psichiatrico, attività di ricerca in campo psicologico o medico su temi inerenti la professione di psicoterapeuta nonché l'analisi personale - effettuata o in corso - possono essere considerati requisiti di merito nella valutazione per l'ammissione alla Scuola.

    Costituiscono comunque criteri prioritari le caratteristiche di personalità (fondamentali per il ruolo di psicoterapeuta) quali la motivazione elevata, la passione per lo studio e la ricerca, la sensibilità al contatto umano, il desiderio di approfondire le conoscenze sulla natura e sul funzionamento psichico.

    Il colloquio di ammissione è concordato con il Direttore di Sede; può essere richiesto anche prima della presentazione della domanda di ammissione alla Scuola. Per il colloquio non è richiesto nessun pagamento.

    Coloro che sono interessati alla Scuola possono anche richiedere un colloquio per conoscere i diversi aspetti del progetto formativo proposto.

    Per fissare il colloquio è sufficiente inviare una richiesta a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare alla segreteria allo 0522-438600 dal lunedì al venerdì dalle 08.30 alle 12.30 o compilare il seguente modulo

    Richiedi un colloquio

    Richiesta colloquio informativo

    Inserisci il tuo nome, grazie.
    inserisci il tuo indirizzo email, grazie.
    Valore non valido
    Inserisci il soggetto, grazie.
    Inserisci messaggio, grazie.
     

    Per iscriversi

    L’iscrizione alla Scuola richiede la compilazione del modulo prestampato che va inviato in carta libera, firmato e corredato degli allegati necessari.

    Al modulo d’iscrizione, scaricabile utilizzando il link a piè di pagina, vanno allegati:

    • Certificato di laurea con la menzione degli esami sostenuti in carta libera.
    • Certificato d’iscrizione all’Albo Professionale (o dichiarazione sostitutiva della sessione di Esame che verrà sostenuta).
    • Fotocopia della carta d’identità.
    • Curriculum vitae.

    I documenti possono essere inviati via email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure inviati cartacei al sotto indicato indirizzo:

    Al Direttore della Scuola di Psicoterapia
    Via Wybicki 1
    42122 Reggio Emilia RE
    L’accettazione della domanda, subordinata alla regolarità della documentazione presentata, viene comunicata in forma scritta.

    L'iscrizione è confermata con il versamento di 500 Euro richiesto entro 15 giorni dall’accettazione della domanda. La somma costituisce un primo acconto della quota annuale.  

    Download modulo di iscrizione alla Scuola Adleriana di Psicoterapia per l'Anno Accademico 2018

    Costi di iscrizione

    L'iscrizione alla Scuola implica il pagamento di una quota annuale fiscalmente detraibile, di 3500 Euro (iva esente), comprensiva di tutte le ore previste dal programma formativo, incluse le supervisioni di gruppo, di sottogruppo e individuali. La quota è comprensiva anche dell'assicurazione per infortuni e responsabilità civile per le attività che gli allievi svolgono nelle sedi di tirocinio. E' esclusa dalla spesa di cui sopra l'analisi personale che  deve essere effettuata per un minimo di 100 ore, prima della discussione della tesi finale, con un analista scelto dall'allieva/o; eventuali percorsi analitici pregressi vengono computati nel monte ore richiesto purchè attestati dal terapeuta.

    Il versamento della quota del primo anno, dedotto l'acconto di 500 Euro versato all’atto dell’iscrizione, potrà essere effettuato in tre rate con scadenza 31 Gennaio (1000 Euro), 31 Maggio (1000 Euro) e 30 Settembre (1000 Euro). Per particolari esigenze gli allievi possono chiedere una diversa rateazione, da concordare con la Direzione Amministrativa, normalmente disponibile a concedere le modifiche richieste.

    La quota fissata dalla Scuola all'inizio del percorso formativo resta invariata per tutto il quadriennio del corso di specialità. Negli anni successivi all’iscrizione non verranno chiesti adeguamenti di nessuna entità.

    La Scuola ha stretto un accordo di finanziamento a tassi agevolati con un noto Istituto di credito, maggiori informazioni contattando la segreteria all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

    Per il primo anno 2018, per promuovere l'attività di avvio alla professione dei nuovi iscritti, la Scuola propone:

    - 2 borse di studio del valore 750 Euro cad, per la creazione, attuazione e conclusione di un progetto orientato al benessere psicologico di una specifica fascia di popolazione del territorio di appartenzenza dello piscologo;

    - riduzione del 20% della quota del primo anno per studenti che presentino un ISEE inferiore o pari a 23.000 Euro, parametro stabilito da molte Università.

    Per maggiori informazioni in merito al bando e alla riduzione ISEE contattare la segreteria all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Scarica il REGOLAMENTO della Scuola

     

    La specializzazione

    Al termine del quadriennio formativo gli allievi conseguono il diploma di “Specialista in Psicoterapia ad indirizzo adleriano”. Il titolo è equipollente alle specialità mediche e consente allo specializzato di essere inserito nell’elenco degli Psicoterapeuti nell’Albo Professionale  della Regione di appartenenza. 

    Il Diploma di Psicoterapeuta consente di operare in strutture pubbliche e private e di prendere in carico pazienti che chiedono di essere aiutati a superare le loro difficoltà psicologiche. Nel caso di concorsi pubblici il titolo di psicoterapeuta è in genere ritenuto indispensabile per accedere al concorso stesso.

    Il Diploma viene conseguito dopo la discussione della tesi di fine corso nella quale l’allievo deve dare prova di aver acquisito la capacità di articolare le conoscenze teoriche e metodologiche, di gestire il percorso terapeutico con un paziente e di sapere riflettere sul proprio operato clinico. 

    Nei molti anni di attività sono state discusse numerosissime tesi che dimostrano la varietà di interessi degli allievi e l’ampia gamma di temi trattati. Di seguito si fornisce, a titolo esemplificativo, l'elenco di alcuni titoli con relativo nome dell’allievo.

    Tesi di specializzazione

    • Psicofarmacologia e psicoterapia nell’ambulatorio del medico di famiglia - Sasdelli Giovanna
    • Lungo il crinale: riflessioni su un’esperienza psicoterapeutica - Ascari Patrizia
    • Dalla presa di coscienza al dolore trasformativo: teoria e tecniche  - Bertetti Francesca
    • Il corpo in psicoterapia - Consoli Emanuela
    • Il metodo narrativo in psicoterapia - Mazzi Edi
    • Amore bifronte. Un’interpretazione evolutiva dei legami d’amore tra reciprocità e potere - Rossi Roberta
    • Quale psicoterapia in un servizio psichiatrico pubblico - Zanelli Sandra
    • L’amore dell’altro come compensazione della negazione di sé - Franchini Massimo
    • I meccanismi di difesa dalla valutazione diagnostica al trattamento psicoterapeutico: un caso di disturbo da attacchi di panico - Nardone Carmela
    • Doppia vita. Dai se di una madre all’essere donna e madre di sè - Pensieri Luanda
    • La prognosi al Rorschach: aspetti teorici e studio del caso - Terenghi Giovanni
    • Le fasi del processo terapeutico attraverso la rilettura di alcuni casi - Bottura Maria
    • La coppia genitoriale di fronte alla disabilità del figlio: una lettura in chiave adleriana - Cattabriga Rossana
    • Crescere, un processo complesso. Il caso di un adolescente -  Mancini Anna Rita
    • Relazione e alleanza terapeutica: aspetti teorici e rilevanza pratica - Pischedda Michele
    • Un sogno tra clinica e teoria - Rinaldini Cesare
    • Primi ricordi - Saltini Paola
    • Psicologia di comunità e intervento sulle dipendenze: alcuni paradigmi operativi nei percorsi di cura - Cantarelli Annachiara
    • Il metaesperenziale in psicoterapia: espressione dell’uomo - Peruffo Andrea
    • Adolescenza e patologia borderline. Le identità difficili - Rossi Enrico
    • La madre altruista - Arena Antonella
    • La vergogna: l’emozione dell’inferiorità - Bellini Emanuela
    • Roberto: re senza sudditi. Un caso di depressione infantile - Bonaretti Imelda
    • Considerazioni sulla cocaina, sul cocainomane e sui fenomeni di abuso della sostanza - Cason Daniele
    • Lo sviluppo del sentimento sociale: studio attraverso il test di Rorschach - Fabbri Destro Maddalena
    • Adolescent Life Style Test (A.L.S.T.). Reattivo per la valutazione dello stile di vita in soggetti adolescenti nella pratica clinico-terapeutica adleriana - Goldoni Sara
    • Il rapporto tra mondo emozionale e soma: un trattamento psicoterapeutico in ottica adleriana di un caso di gastrite cronica - Seidenari Francesca
    • Il sentimento sociale e la spiritualità nei soggetti con problematiche alcol-correlate - Volta Claudia
    • Le parole del corpo. Teorie e pratiche cliniche nella psicoterapia infantile - Vitali Barbara
    • La narrazione nel viaggio psicoterapeutico. La narrazione come terapia. La terapia come narrazione - Barletta Rodolfi Caterina
    • I “primi ricordi”: prototipo dello stile di vita e strumento psicoterapeutico - Bassoli Marta
    • Riattivare l’attaccamento: dal narcisismo alla scoperta dell’altro - Ciotti Claudia
    • Psicoterapia con l’adolescente adottato - Faccin Maria Teresa
    • Dal narcisismo dei cianobatteri all’azzardo dell’eros - Iori Maria
    • L’alessitimia e il modello della regolazione affettiva nella comprensione del Sé. Nuove prospettive di ricerca della psicosomatica - Palumbo Maria Simona
    • Disturbi alimentari: riflessioni teoriche e descrizione di un caso - Tebaldi Ilario
    • Il disegno in psicoterapia infantile - Arena Jlenia
    • Alessitimia e cancro - Bernardi Chiara
    • La protesta virile nella donna oggi - Fusi Micaela
    • Soggettività del trauma - Morelli Milva
    • Due modelli di trattamento nel disturbo borderline:confronto teorico e applicazioni in un caso clinico. Sterbizzi Ilaria Unità biopsichica: l’espressione somatica della sofferenza psichica - Agosti Tamara
    • Il risentimento per amore mancato. Storie di narcisismo evolutivo - Bellini Agnese
    • Il ruolo del terapeuta adleriano nel trattamento della depressione - Chinellato Paolo
    • I disturbi del comportamento alimentare: prospettive teoriche dell’eziopatogenesi e indicazioni terapeutiche di un approccio multidisciplinare - Ferrari Pellegrini Francesca
    • Trovarsi e sorprendersi. Sviluppare le potenzialità del sé creativo nella psicoterapia - Forlani Donatella
    • Il disturbo narcisistico di personalità - Gambarati Enrico
    • Ruolo dell’ambiente sullo sviluppo psicologico del bambino nell’ottica individualpsicologica - Pagliara Salvatrice
    • Perché continuare a vivere? Paziente e terapeuta di fronte a una crisi suicidaria. I vissuti e la gestione clinica in chiave adleriana - Paterlini Martino
    • Essere donna: da figlia a mamma. Processi psicodinamici e psicopatologici di un passaggio identificativo di genere - Pomposo Luigia
    • Le dinamiche dell’attaccamento nella costruzione dell’alleanza di lavoro. Una nuova vecchia relazione - Armenzoni Beatrice
    • Identità e terapia: tra problema presentato e fine ultimo - Balugani Luca
    • La socio-analisi di gruppo nel percorso di cura: le dinamiche del gruppo e i percorsi di cambiamento - Battilocchi Ilaria
    • Orientamento omosessuale e psicoterapia: quesiti clinici - Bedini Ilaria
    • La comunicazione in psicoterapia individuale: una esperienza creativa condivisa - Lorenzetto Claudio
    • Lo stile di vita: modelli di indagine nella clinica dopo Adler - Piovani Francesca
    • La depressione in adolescenza: trattamento secondo il modello della Psicologia Individuale - Tomizzi Adelina
    • Dal “bambino viziato” al disturbo deviante di personalità - Facchini Patrizia
    • Trauma e personalità : aspetti clinici e terapeutici nella pratica adleriana - Morellini Ilaria
    • Riparando il Maschile e il Femminile: storia di tre donne - Giglio Elisa
    • Psicoterapia: sperimentare il confine. Riflessioni sul setting terapeutico - Valerio Sara
    • Separazione-individuazione e trasformazioni del Sé nel passaggio dall’adolescenza alla giovane età adulta: questioni cliniche e psicoterapia - Giovannelli Luca
    • L’ultimo viaggio. Trattamento terapeutico del malato terminale - Innocenti Marta
    • Psicoterapia adleriana ed incoraggiamento: incontro tra teoria e pratica clinica - Ponziani Francesca
    • La dipendenza affettiva: alcuni casi clinici in prospettiva adleriana - Raffaeli Federica
    • La funzione psicoterapeutica della scrittura(analisi di un’esperienza di Laboratorio con i pazienti psichiatrici) - Righi Franca
    • Il vissuto d’abbandono nella personalità Narcisistica e Borderline - Salti Stefania
    • Angoscia e contenimento nello sviluppo del bambino - Scalabrini Alice
    • Il sintomo psicopatologico come funziona nella psiche. L’affermazione di sé tra sentimento sociale e paura del fallimento - Surano Manuela
    • Il mutismo selettivo e il ruolo della parola nella psicoterapia infantile - Bedogni Cecilia
    • Aspetti emotivo-relazionali nel lavoro di gruppo. Esperienza terapeutica residenziale con pazienti cocainomani - Vlassova Ilona
    • Lo svelarsi del possibile. Speranza e psicoterapia - Dudek Kazimirezz Jan
    • I disturbi del comportamento alimentare. Approccio integrato - De Santis Giovanni 
    • l ruolo del terapeuta adleriano nel trattamento dell’ansia - Gennari Claudia
    • Il ruolo del terapeuta adleriano nel trattamento dell’ansia - Guerreschi Simona
    • Ferie del corpo e ferite dell’anima: il terapeuta adleriano in ambito ospedaliero - Zanolli Valentina
    • Mens sana in corpore sano. E quando il corpo è malato? - Pesce Ilenia
    • Aggressività e stile di vita: integrazione creativa o “dis-integrazione”? - Cusa Giovanna
    • Il processo di incoraggiamento nella relazione terapeutica con l’adolescente - Gualandris Maurizio
    • Femminile e Maschile nella psicoterapia adleriana percorsi di armonizzazione - Morini Cristina
    • Evitamento del colloquio: Chi fugge? Riflessioni a partire dalla relazione terapeutica con l’adolescente - Sghedoni Simona
    • Lavorare sui sogni in chiave adleriana - Esposito Antonio
    • Relazione e cambiamento: il coraggio e la creatività in psicoterapia - Esposito Giuseppina
    • Affrontare una separazione un percorso personale che può motivare ad un lavoro sul proprio stile di vita - Bozzoli MariaGiulia
    • La perdina di un genitore nell’infanzia e il lavoro del lutto: il caso di una bambina di sette anni - Cigarini Enrico
    • Tra le pieghe della relazione: sentimento sociale, empatia e narcisismo - Pavoni Sara
    • Il sentimento sociale nella mia pratica clinica - Solari Matteo
    • La metafora nella psicoterapia - Vittigni Grazia
    • La resistenza in psicoterapia. Analisi di due trattamenti interrotti - Fantuzzi Irene
    • Adolescenza e relazioni narcisistiche con il gruppi dei pari - Nadalini Susanna
    • Dal trauma alla resilienza. Caso clinico sulla perdita di un figlio adolescente - Dallari Daniela
    • L'aspirazione alla superiorità come corazza di una donna ferita: un caso di nebulosità emotiva -  Albertella Cristina
    • Dal Sentimento di Inferiorità al Complesso di inferiorità - Cabassi Sabrina
    • Lo stile di vita aggressivo-depressivo. Intrecci con il sentimento sociale e la volontà di potenza come risorsa in un caso di depressione reattiva - Curti Maria Elena
    • "Il guscio d'uovo". Un trattamento psicoterapeutico in ottica adleriana di un caso di DCA  - Cardelli Gianandrea
    • Narrazioni dal corpo. dimensione somatica del dolore nella relazione terapeutica - Ceccoli Laura
    • L'empatia. Presupposto, strumento e obiettivo dell'azione terapeutica - Capitanio Rosalia
    • Violenza intrafamiliare e sentimento sociale. Dall'ambiente domestico all'ambiente esterno. Dove si posiziona la relazione terapeutica? - Santella Manuela
    • La storia di M., come una diagnosi di fobia sociale con grave disturbo alimentare può essere letta alla luce della Teoria Adleriana - Antoniazzi Sara
    • La personalità isterica in adolescenza: labilità emotiva e intervento terapeutico - Bergamini Cristina
    • La psicoterapia con l'adolescente attraverso l'utilizzo di contenuti virtuali - Bertani Elena
    • Genitori in psicoterapia: le fantasie inconsce nella relazione con i figli - Bonettini Federica
    • Narcisismo, sentimento di inferiorità e morte del Sè -  Cavazza Chiara
    • Il nido violato. La relazione terapeutica con l'adolescente vittima di abuso e maltrattamento  -  Gabbianelli Luana
    • L'adulto traumatizzato: strategie compensatorie e cambiamento come forme di resilienza -  Panarelli Ilaria
    • Conseguenze e vicessitudini dell'assenza della figura paterna nello sviluppo evolutivo. Un percorso psicoterapeutico individuale secondo la visione adleriana: il caso di C. -  Valenti Alessandra
    • Interruzione di un percorso piscoterapeutico: riflessioni sui limiti e possibilità nella costruizone di una alleanza terapeutica con un paziente grave - Casanova Silvia
    • Vero come la finzione, tra senso di inferiorità e ipercompensazione Storia di un percorso terapeutico - D'Addio Marinella
    • La Speranza. Un caso di Narcisismo - Nolletti Paola
    • Identità e invecchiamento: psicoterapia dell'anziano in linea individualpsicologica. Lo stile di vita alla prova delle trasformazioni esistenziali in una donna di 71 anni - Perna Calogero
    • Il trauma relazionale precoce. Genesi e sviluppo traumatico di personalità. Dalla teoria dell'attaccamento alla psicologia individuale di Adler. Lettura di un caso clinico - Rossi Emanuela
    • Mente e Corpo: una lettura clinica - Tabalappi Chiara
    • Le conseguenze della deprivazione affettiva in adolescenza. (Ri)trovare l'energia vitale sul lato utile della vita - Ursi Rosa
    • Le relazioni di coppia disfunzionali. L'analisi di un caso secondo l'ottica adleriana - Allocca Lucia
    • La psicoterapia dell'anziano e psicologia individuale adleriana. Narciso che invecchia tra la volontà di potenza frustrata e la scoperata di un'età da vivere. Analisi di un caso clinico - Forni Sara
    • Relazione, legame e cambiamento nella teoria e nella pratica clinica - Frosi Elisa
    • Adolescente? No Caregiver (Giovani con responsabilità di cura e psicoterapia) - Galeotti Daniela
    • L'incontro terapeutico: un ponte tra schemi relazionali disarmonici e sentimento sociale - Glorioso Valentina
    • Il gioco nella psicoterapia adleriana: sfide evolutive e relazionali a confronto - Muscarello Francesca
    • L'ombra del sé bambino nella terapia con un adulto - Pellesi Sonia
    • Complessità nel trattamento psicoterapeutico di adolescenti e dislessici:la psicologia individuale come chiave di lettura delle problematiche emotive e relazionali - Sassi Massimo
    • Il ruolo paterno nella genesi del disturbo del comportamento alimentare. Due casi a confronto - Sighinolfi Elena
    • La relazione terapeutica: incontro e costruzione congiunta delle finzioni attraverso le dinamiche transferali e controtransferali - Vescovi Giulia
    • "Bloccato, dis-integrato e solo": teoria e trattamento del paziente traumatizzato ra individual psicologia e nuovi modelli clinici - Ruggerini Simone
    • Il concetto di altro nella teoria adleriana - Provini Cristiano
    • Atteggiamento e contro-atteggiamento: la psicoterapia adleriana come incontro tra stili di vita - Di Luca Emanuela
    • "Nessuno può uccidermi!" Rabbia e supercompensazioni di un bambino in psicoterapia - Serra Elisa
    • L'infelicità ama la compagnia: psicoterapia di gruppo con pazienti psicotici - Leasi Valentina
    • Psicopatologia e Famiglia: i figli dei pazienti psichiatrici - Scicchitano Delfina
    • Affrontare l'irreversibilità: percorsi di psicoterapia per l'accettazione e l'adattamento quando il corpo cambia - Bigliardi Mila
    • La finzione nel disturbo da uso di cocaina e alcol - Faienza Adriana
    • L'Esperienza dell'adozione: chi sono io? L'incontro clinico con un'adolescente adottata - Gatti Veronica
    • Appriccio Adleriano a disturbo di conversione: il trattamento del caso di Sara - Parente Maria
    • Non troppo lontano né troppo vicino: angoscia abbandonica e senso di vuoto nei pazienti borderline - Magagnotti Sara
    • Identità e obesità: il peso della resistenza in psicoterapia con un'adolescente - Caiafa Rosa
    • Il corpo che parla. L'accesso al mondo immaginativo: dal SuperEroe che si arrende, all'uomo che combatte - Piazza Giulia

    Follow us

    Lorem ipsum dolor sit amet, consetetur sadipscing elitr, sed diam nonumy eirmod.

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy